Alcune curiosità sulla Sfinge testa di morto

mieleEd ecco alcune curiosità sulla falena Sfinge testa di morto (per altre notizie su questo insetto –> La falena più famosa: la Sfinge):

  • È golosissima di miele. Grazie alla spiritromba “appuntita”(–> spiritromba; –> Cosa significa se entra una falena in casa) questa falena, una volta penetrata all’interno dell’alveare, sugge il miele bucando le celle che lo contengono.
    Le api, quando vengono attaccate, si difendono murandosi letteralmente all’interno dell’alveare che sigillano con cera e propoli (una sostanza resinosa che le api raccolgono dalle gemme e dalla corteccia delle piante e rielaborano con l’aggiunta di cera, polline ed enzimi prodotti dal loro stesso organismo: una sorta di ‘antibiotico’ naturale, –> propoli).
    E se proprio la Sfinx dovesse riuscire a entrare le api la attaccano, non tanto con il pungiglione che non riescono infatti a bucare il suo corpo setoloso, quanto cercando di cucirgli addosso una specie di camicia, fatta sempre di cera e propoli, che gli impedisce di muoversi facendolo morire per soffocamento; il corpo dell’intruso viene così come mummificato. Viste le dimensioni dell’insetto, le api non sarebbero infatti in grado di espellerlo dall’alveare, mentre il bozzolo confezionatogli addosso impedisce che la putrefazione del corpo della farfalla ammorbi l’alveare stesso. Recentemente gli scienziati, domandandosi per quale motivo a volte la Sfinx venga invece tollerata all’interno dell’alveare senza essere assalita e uccisa, hanno scoperto che l’insetto è in grado di emettere uno speciale feromone analogo a quello delle api così da essere confusa con esse, nonostante la mole;
  • uova di atroposper completare la conoscenza con questa farfalla, va ricordato che (come tutte le consorelle falene) è notturna, ha una livrea color marrone e beige e un’apertura alare di tutto rispetto (10/13 centimetri circa); riesce a raggiungere in volo la velocità di quasi 50 km/h. È un insetto del tutto inoffensivo nonostante le sue dimensioni e il suo “truce” aspetto (come del resto si può capire visionando i video elencati nella pagina di questa stessa sottosezione –> Il verso della Sfinge testa di morto);
  • la si può vedere in volo da maggio sino ad ottobre e si ritiene che sia la pianta della patata a ospitare per elezione la relativa larva (ed è per questo che alcuni sostengono che il bruco è stato importato con questo ortaggio dalle Americhe);
    in realtà le uova di Sfinx, depositate in modo isolato le une dalle altre sotto la faccia inferiore delle foglie della pianta ospite, cui rimangono attaccate con una sorta di adesivo (sono una cinquantina le specie botaniche di cui questa falena può nutrirsi, anche se in cattività l’allevamento può essere monofoglia), le si possono trovare anche su piante diverse dalla patata come la wolfberry (la pianta del Goji), l’olivo, il tabacco, la paulownia, il fagiolo, la carota, il ligustro, il lillà, la cannabis (non si sa con quale effetto) il gelsomino e più raramente il pomodoro;
  • Il bruco è voracissimo (viste anche le sue dimensioni di circa 13 cm. di lunghezza per 23 g. di peso) ha un rapido accrescimento (in 30 giorni il bruco, vedi foto appena qui sotto, passa da un peso di 2 mmg. a 15 g.) creando non pochi danni per le coltivazioni parassitate. Se disturbato, il bruco digrigna le mandibole, facendo un forte clic, come nel tentativo di mordere il proprio aggressore. Il disturbatore è avvisato.
    In questo bellissimo video si vede il bruco mentre mastica voracemente le foglie –> bruco di Sfinx.
    Per diventare pupa (secondo il noto ciclo vitale degli stadi di metamorfosi della farfalla: uovo > bruco > pupa o crisalide > adulto) il bruco, dopo essere passato a sua volta attraverso quattro stadi di larva, si interra (lo si vede molto bene nel video –> il bruco della Sfinge testa di morto che si interra a partire da minuti 2.33) nel senso che si scava una buca nel terreno aiutandosi con una secrezione di saliva con cui si protegge dalle abrasioni per sfregamento, secrezione che gli permette anche una maggior penetrazione nel terreno (circa 5/15 sino a 40 centimetri di profondità a seconda della consistenza della terra) costruendo nel contempo, il primo strato del futuro bozzolo di impupamento; il bruco rimane tale per circa un mese, mentre la fase da crisalide perdura per tutto l’inverno schiudendosi a maggio/giugno, come sopra ricordato; infine, da adulto vive alcuni mesi;bruco atropos
  • la Sfinge si trova più spesso al sud del nostro Paese (in particolare in Sicilia, ma è stanziale anche nell’Italia centrale) per quanto sia accertato che compia migrazioni verso il nord Europa nella stagione più calda. È infatti una grande migratrice potendo spostarsi dal Nord Africa (dove è molto diffusa) sino alla Finlandia, dove però non depone le uova per il clima troppo rigido.
    L’impiego di insetticidi e biocidi e la meccanizzazione della raccolta degli ortaggi ha decimato questo insetto. In Svizzera è un animale protetto nei cantoni di Vaud, Sciaffusa e Turgovia.
    [space]

↵↵ torna all’indice La falena in casa

<– La falena più famosa: la Sfinge
–> Il verso della Sfinge testa di morto

<– Il gufo irritato e il suo verso
–> Le formiche nelle prese elettriche

<– Indice della Sezione ‘A domanda rispondo
<– LEGGI GLI ALTRI SCRITTI

Lasciami un tuo pensiero