Il lato femminile

“Ti è mai capitato di avere un’ansia terribile, dentro, e di non sapere perché?”
“Sì, qualche volta” – mi rispose Maverick allungandomi un biscotto al miele della moglie Lucente.
“Mi sento come braccato, con la sensazione sgradevole che mi debba accadere qualcosa di irreparabile, da un momento all’altro. La percepisco come se l’anima si divertisse a spandersi riempiendosi, allo stesso istante, di un vuoto solido ed opprimente; e so che ci andrò anche a dormire con questa impressione, da preda spacciata, e che domani mattina sarà ancora lì ad aspettarmi sul cuscino, pronta a darmi, prima, il buon giorno e, poi, ad appiccicarmisi addosso in un abbraccio velenoso”.
“Probabilmente entri in contatto con il tuo lato femminile” – sparò lì a tradimento Lucente passando per la stanza – “e ti vedi in modo oggettivo, per come sei. Benvenuto fra noi”.
“A me succede, invece,quando non sono più in armonia con le cose che mi circondano – disse Maverick dando un’occhiataccia alla moglie – soprattutto se non sono in pace con me stesso.”
“Allora devo aver proprio litigato di brutto. Potrebbe essere che non mi sopporto più?”

5 pensieri su “Il lato femminile

  1. Virtualmente sei stato invitato a collaudare le nuove poltrone delle multisale parigine o come tu preferisci chiamarle le “bad-inn”. ciao

Lasciami un tuo pensiero