La stanza delle anime

A. «Ma cos’è questo strano posto?»
B. «È la stanza delle anime.»
A. «Sei un’anima anche tu?»
B. «Sì, ed ero già qui quando sei arrivata. Si è sentito il sospiro di Dio e sei apparsa. Come al solito, insomma.»
A. «E questo chiarore, da dove viene questo chiarore?»
B. «È la luce che emaniamo noi, è un po’ debole a dire il vero perché in questa stanza siamo in poche. Ma non rimarremo qui per molto, vedrai.»
A. «Non si potrebbe invece restare qui per sempre? Che necessità c’è di dover entrare per forza in un corpo? Siamo già eterne così come siamo. Ho sentito dire che potremmo soffrire, avere rimorsi, sensi di colpa… oltretutto con prescrizioni e comandamenti da osservare…»
B. «Non so risponderti: sembra che quando tutto finirà, lo sapremo. Ci ritroveremo in un’altra stanza dove avverrà la cernita.»
A. «Cernita?»
B. «Tra chi resterà al cospetto di Dio, per sempre, e chi invece non lo vedrà più.»
A. «Come mai sei così informata?»
B. «Perché sono un’anima che si reincarna nel ciclo della metempsicosi. Sono stata qui tante altre volte. E tu invece?»
A. «Sarò ricevuta da un corpo battezzato, almeno così mi hanno detto.»
B. «Quindi farai solo un viaggio! Sei fortunata. Io invece nella mia trasmigrazione non sono capitata granché bene. Le due ultime creature che mi hanno ospitato erano davvero malvagie.»
A. «Mi spiace…»
B. «Ah, senti, visto che sei novizia e che potrai fare una sola incarnazione. C’è una cosa che devi assolutamente sapere.»
A. «Dimmi.»
B. «Quando entri per la prima volta dentro ad un corpo, è necessario che tu…»
In quello stesso istante, una forza misteriosa, quanto potentissima, cominciò a tirare l’anima cristiana. Sulle prime si allungò, come fosse stato un fluido risucchiato da un vortice, poi divenne pure luce e scomparve.

14 pensieri su “La stanza delle anime

  1. Non ricordo le parole di ieri… maricordo la tua storia, bella e fantasiosa, si legge a perdifiato. Mi ricorda la trama di un film che hanno dato un paio di settimane fa, in tv.
    Buona serata…

  2. Sei la prima persona che m’ha fatto venire la voglia di fare un blog. Vorrei conoscerti.
    Io sono questo qui sotto:

    COLORI

    E ti s`illumina lo sguardo;

    quando vedi

    con gli occhi

    qualcosa che

    può sentire uguale

    il tuo cuore.

    Ciao da Sjnkhro – Leo

  3. Non so quanto possa essere interessante leggere solo commenti che magnificano le tue doti, però sono obiettivamente belle storie queste che ci racconti ogni giorno.
    Anche questa misticheggiante è graziosa.
    Complimenti,
    Mullah

Lasciami un tuo pensiero