Gli illeciti del blogger

DiffamazioneIn questa Sezione vengono trattati gli illeciti (penali e civili) che possono essere commessi su Internet e in special modo dal blogger (ma anche dall’utente di social network).

Alcuni illeciti possono essere perpetrati con la precisa e determinata volontà di commetterli, altri anche solo per faciloneria o per sottovalutazione del mezzo usato.

In relazione a tale ultimo profilo va infatti osservato che vi è l’erronea convinzione che tutto ciò che avviene in ambiente digitale non sia reale, che avvenga in un posto-altro inesistente e che non possano considerarsi lesivi degli altrui diritti i comportamenti scorretti tenuti sul web. Niente di più sbagliato.

Questa falsa idea secondo cui su internet ‘nessuno ti prende sul serio’ è molto superficiale e quanto mai pericolosa non tenendo conto del fatto che, al contrario, il web altro non è se non la trasposizione digitale della realtà e che dietro ai server e ai computer non ci sono macchine, ma persone che pensano e agiscono come nella vita di tutti i giorni (del resto su internet si compra, si vende, si concludono affari e viene svolta attività a valenza giuridica); la diversa convinzione per contro di una mera ludicità del web e dunque di una pretesa impunità del proprio comportamento irregolare è avvalorata dalla scarsa percezione della dimensioni di internet e delle sue enormi potenzialità in termini di bacino di utenza raggiungibile e di velocità di trasmissione del dato.

Quando si naviga su internet o si blogga ancorché non ci si muova dalla propria stanza in realtà di ci relazione, in tempo reale letteralmente il mondo intero con persone fisiche collegate alla stessa rete. Se è vero che ci si dà del tu su internet ciò non autorizza nessuno a prevaricare gli altrui diritti anche perché l’anonimato, soprattutto quando si gestisce un sito o si gestisce la propria utenza social, anche se si usa un nome di fantasia, è del tutto inconsistente, potendo la Polizia Postale risalire con poche e rapide verifiche sull’IP assegnatovi dal provider e sul file log del server in cui state postando (e che tiene nota del tuo IP) alla tua identità.

Queste pagine cercano quindi di trattare tali argomenti per creare una navigazione più consapevole e rispettosa degli altri e soprattutto per porsi al riparo da sorprese spiacevoli.

Per leggere gli articoli fai clic sui relativi titoli che compaiono qui di seguito, in basso, (dove è riportato anche un breve abstract del contenuto) oppure clicca sui relativi link in fondo alla pagina:

  • diffamazione on line (l’offesa alla reputazione altrui con i mezzi messi a disposizione del web);
  • sostituzione di persona (identità non vere alla verifica di internet);
  • spamming
  • calunnia
  • oltraggio
  • violazione del copyright
  • plagio
  • adescamento di minori
  • vilipendio
  • cybersquatting
  • accesso non autorizzato
  • minacce e stalker
    [space]

Declino ogni responsabilità per eventuali errori od omissioni contenuti in queste pagine nonostante i controlli e lo studio approfondito effettuato, invitando anzi il lettore a verificare scrupolosamente nei testi specifici o con richieste alle autorità competenti quanto riportato in questa sottosezione e i relativi assunti. È gradita la segnalazione degli eventuali errori e omissioni riscontrati nel testo al fine di poter provvedere alla relativa correzione.

Si richiamano qui tutte le note del copyright già altrove espresse a protezione di questo lavoro —> attenzione al copyright.
[space]

–> diffamazione on line

<– leggi gli ALTRI SCRITTI

Lasciami un tuo pensiero