Coltelli da lancio

In genere hanno lama a forma di lancia, con doppio taglio, e non hanno altra funzione se non quella di ledere la persona e quindi vanno classificati tra le armi proprie.

Nell’ipotesi in cui però i coltelli in questione siano usati in uno spettacolo (per es. in un circo), va considerato che i coltelli servono solo per intrattenimento e lo scopo è, al contrario, quello di non colpire la persona verso cui sono diretti; in questo caso sono, con evidenza, strumenti di lavoro, mentre sono sportivi quegli attrezzi, con filo arrotondato, che vengono usati solo per essere lanciati contro un bersaglio.

Sul punto la giurisprudenza è concorde: il coltello da lancio normalmente destinato ad uso sportivo (per il tiro al bersaglio), quale strumento da punta e taglio, occasionalmente atto ad offendere, è qualificabile come arma impropria ai fini di cui all’art. 4 comma secondo seconda parte della legge 18 aprile 1975 n. 120 (v. rv. 155069; Sez. 1, 9 maggio 1985, n. 9300, Lattuca, rv. 170741).
[space]

↵ ↵ torna a indice Coltelli & Co.
↵ ↵ torna a Le armi bianche da punta e/o da taglio più comuni

<– Coltelli balisong
–> Coltelli da spinta

Lasciami un tuo pensiero