Coltelli a spinta (pushers, push daggers)

Simili a un cavatappi, sono formati da una lama, di solito corta e a forma di foglia o di cuore, munita di un manico che rimane nascosto dentro al palmo della mano (il manico è perpendicolare alla lama); in particolare la lama fuoriesce dalle dita chiuse che si appoggiano direttamente sull’elso; una volta impugnata, la lama sporge dal pugno, tra il dito medio e il dito indice.

La destinazione naturale è l’offesa alla persona trattandosi di armi molto facili da nascondere e rapide da estrarre; l’affondo tuttavia, come si può comprendere dalla struttura dell’oggetto, non è stabile ed è poco preciso, ma, non per questo, meno micidiale.

È utile negli attacchi di sorpresa e si presta ad azioni rapide o di difesa contingente.

Sono detti coltelli a spinta in quanto per la loro conformazione raggiungono la loro maggiore efficacia lesiva se vengono appoggiati al corpo della vittima e quindi ‘spinti’ con forza all’interno.
[space

↵ ↵ torna a indice Coltelli & Co.
↵ ↵ torna a Le armi bianche da punta e/o da taglio più comuni

<– Coltelli da lancio
–> Balestra

Lasciami un tuo pensiero