La svolta (terza e ultima parte)

[RIASSUNTO dei post precedenti: Tiffany Parker si ritrova, insieme 
ad altri personaggi di una serie di romanzi gialli, in un bar 
malfamato di Madison per discutere del fatto che lo Scrittore che li 
ha creati, datosi all'alcol e alla droga, ha smesso di scrivere; 
insieme, si mettono a discutere su come fargli prevenire la trama, 
per altro avvincente, predisposta dalla stessa Tiffany con l'aiuto 
del fido aiutante di origini coreane Xi Jung. Un sesto personaggio, 
(in cerca di Autore, come gli altri) arrivato di lì a poco di 
sorpresa, svela loro come fare.
--> leggi La svolta (seconda parte).

«Con questa App che ho creato…» spiegò il giovane appoggiando la stampella al muro e indicando il suo smartphone come se fosse a una televendita «è possibile emettere delle onde che condizionano quelle beta del sonno REM dei soggetti viventi…»
Il ragazzo guardò l’uditorio: gli astanti lo ascoltavano attentamente per non perdere una parola. “Billo” era di nuovo uscito dall’ombra e si stava scottando le dita con la brace del sigaro; Tiffany si stava mordicchiando le labbra carnose e sensuali mentre Xi Jung era stato in grado finalmente di accavallare le gambe rendendosi subito conto però che, dopo aver sentito un preoccupante crack provenire da un suo ginocchio, non sarebbe stato mai più in grado di districarle. La faccia di tutti era tuttavia quella di chi non ci stava capendo nulla.
«In altre parole, per spiegarmi meglio…» continuò il giovane hacker asciugandosi i palmi delle mani sulla maglietta «ho fatto un esperimento: sono stato in grado di entrare nei sogni di Groog, un mastino napoletano del vicino del sig. Turner; per alcune notti ho ‘iniettato’ nel suo sonno, per mezzo di un cellulare del suo padrone, scene terribilmente paurose di gatti ferocissimi. Groog, che era conosciuto come uno ‘sterminatore di felini’ del quartiere, ora non esce più dalla sua cuccia e ha paura persino della sua coda…»
«Davvero interessante!» fece il Commissario dandosi una pacca sul quadricipite femorale (e facendosi male), segno inequivocabile questo che ancora non ne veniva a capo. «In altri termini, un chiaro esempio di maltrattamento di animali, punito dal codice penale. E quindi?»
«E quindi…» fece ancora “Suckme” non dando segno di voler dar peso a quanto appena chiosato da Harper «… basta prendere la trama per come vi è stata esposta da Tiffany, aggiungere ovviamente qualche correzione riguardo alla mia concreta partecipazione, e convertire in onde beta il testo con il mio programma; hackerando il cellulare dello Scrittore sarà dunque possibile entrare in un suo sogno, possibilmente l’ultimo prima del risveglio; e quando si alzerà dal letto, ricorderà ogni cosa del nostro testo e comincerà, ispirato, a scrivere: lo spunto di Tiffany è una bomba e il mio sistema funzionerà, ve lo garantisco.»
«Sì, mi sembra un’ottima soluzione…» fece Tiffany annuendo. «Hai bisogno dei miei appunti “Suckme”, per la conversione?»
«Ho già tutto qui» rassicurò lui mostrando ancora una volta il telefonino «e ho già provveduto anche ad apportare le ‘correzioni’ necessarie per valorizzarmi.»
«Ma come hai fatto?» gli chiese Mortimer Riverstone aguzzando gli occhi come se gli volesse fare un’autopsia a distanza visto il pallore del ragazzo. «Eri ancora fuori quando ne stavamo parlando…»
“Suckme” non rispose. Sembrava provato. Cercò qualcosa in una tasca senza trovarlo. Poi si riprese continuando tuttavia a far fatica a respirare: «Siete d’accordo, allora? Mi sembra un buon compromesso: io rientro in gioco, ma do anche a voi la possibilità di rientrare in partita…»
Alcuni risposero di sì, altri si limitarono ad assentire. I tratti dei volti di tutti presero comunque a distendersi.
«Va bene» fece “Suckme” abbozzando a un sorriso velato. «Mi occuperò della cosa domattina stessa. Alle 10 per l’esattezza, visti gli orari di Turner.»

«Pronto?»
«Sì, pronto?»
«Ciao, Claire sono Mark, Mark Turner.»
«Oh ciao, Mark, che piacere sentirti, come sta il mio Scrittore preferito? È da tanto che non ti fai vivo. Cosa ti porta a chiamare il tuo Editore? È successo qualcosa?»
«Tutto bene Claire, volevo solo avvertirti che mi rimetterò a scrivere. Mi è venuta in mente una bellissima trama per imbastirci sopra un ottimo romanzo.»
«Molto bene, Mark, sono contento per te e per la Casa editrice, ovviamente. Hai un enorme talento, te l’ho sempre detto, tu appartieni a un altro sistema solare: era ora che ti rimettessi al lavoro. I tuoi fidati lettori lo reclamano da tempo. Immagino che sia una prosecuzione della serie con il personaggio di Tiffany Parker & Company…»
«Oh, no no, Claire. Con una trama simile voglio scrivere qualcosa di completamente diverso… voglio ambientare il tutto nell’Antico Egitto. Una vera svolta, insomma.»
(fine)

15 pensieri su “La svolta (terza e ultima parte)

  1. fulvialuna1 – Cammino sempre a due metri da terra, la mia testa vive tra nuvole e venti, tra leggende e figure mitologiche, tra storia e arte....Come dice mio fratello, dovrei vivere in una torre, sulla montagna più alta del mondo; dovrei vivere tra libri, pennelli, tele, colori, stoffe.... Amo le alte vette, ma non disdegno il resto della natura, amo gli animali e il cuore me lo ha rubato un lupo. Amo tantissimo gli uomini che per me sono un mondo incredibile, ma le donne sono la mia forza,; non posso vivere senza bambini e senza le storie che raccontano gli anziani. Amo cucinare, cucire, dipingere, leggere, scrivere diari, scrivere su foglietti che viaggiano nella mia casa come avessero le gambe; mi piace il cinema, il calcio, le moto. Mi piace occuparmi della mia casa e del mio giardino...ma non sono Biancaneve e nemmeno Cenerentola, sono Paola, che per una serie di incredibili storie posso essere anche Penelope e anche Fulvialuna. Il mio sogno più grande è la pace nel mondo, questo mondo in cui cammino sempre a due metri da terra, ma quando ci appoggio i piedi resto ben salda ed è difficile spostarmi, tanto che il mio motto è "...il posto che mi piace si chiama mondo..."
    fulvialuna1 il scrive:

    Bhe complimenti!

  2. bernard25 – Bonjour La vie est un beau voyage ... ... ... Avec ses joies et ses aléas... ... ... Sur mon chemin j'ai eu la chance de te rencontrer ... ... ... Et d'être ton ami ... ... ... C'est pourquoi aujourd'hui je te souhaite ... ... ... Une superbe journée ... ... ... Ici le temps n'est pas super Pluie et repluie ,venteux,frais J'espère que toi tu as un brin de soleil et que tu puisses en profiter Bisousss ... ... ... Bernard ... ... ... http://img4.hostingpics.net/pics/234030nol.png
    bernard25 il scrive:

    Bonjour
    https://i.postimg.cc/Bn2kWWfF/amiti.png

    Avec espoir ce week-end dernier en as-tu bien profité. Moi, à peu près
    C’est avec sourire que je viens auprès des tiens et toi mème t’apporter du bonheur au sein de ta demeure
    <>
    Je te souhaite tout le bonheur du monde
    Bonne et agréable journée, bon mois d’octobre
    bise amicale Bernard

  3. Insomma Suckme ha gabbato gli altri personaggi in cerca di seguito, mentre lui inizierà una nuova serie alla faccia di tutt, sfruttando la trama di Tiffany.
    Solito finale a effetto.

  4. Birbo Bicirossa – Ciao, voglio avvisarti che proseguendo troverai due blog di pessima satira e dubbio umorismo. Un consiglio, non seguirmi credendo che contraccambierò, perché di solito non lo faccio. 😁🤪😉
    Birbo Bicirossa il scrive:

    Quindi, se ho ben capito, lo hacker sfigato ha gabbato tutti trasmettendo un suo personale messaggio allo scrittore, e cosi si è trasformato nel famoso faraone egizio “Suckme primo”, che pare abbia regnato incontrastato durante un lungo periodo di pace e abbondanza.
    🤔

    E magari già che c’era si è fatto alto, bello, prestante e tanto vigoroso da poter soddisfare un nutrito harem di bellissime donne? Ah però, mica fesso l’amico.
    😁

    A proposito, tu che te ne intendi non è che potresti farti mandare anche la fine del Kubla Khan di Coleridge?
    🤪

  5. marinaraccanelli – Marina Raccanelli, nata a Fiume, vive a Venezia fin dall’infanzia. Nel 2004, per la Oceano Edizioni, è uscita la sua prima raccolta di poesie dal titolo “Variazioni in blu”; nel 2005, Firenze Libri ha stampato “Vento di stelle fredde“. Si è classificata seconda nella seconda edizione del Concorso internazionale di poesia “Montagna viva”; è presente in diverse antologie , fra cui “Il segreto delle fragole – poetico diario 2005 e 2007” (Editrice LietoColle), “Navigando nelle Parole” vol.11 (edizioni Il Filo), alcune antologie ed E-book promosse dal sito Poetilandia, ed altre. Le sue poesie sono pubblicate in alcuni siti e blog; il suo blog personale si chiama “Poesie e altro” Nell’ottobre 2008 è uscito il suo e-book “Luci di confine” presso Feaci Edizioni. In collaborazione con Piero Orsoni e ispirata dalla sua creatività in campo fotografico, ha stampato nel 2009 “Immaginario”, un libro di immagini, appunto: fatte di luci, di colori e di parole.
    marinaraccanelli il scrive:

    Della domenica mattina! Scusa l’interruzione, mi è partita una mezza risposta per sbaglio. Complimenti , c’è una bella suspense e bei personaggi, e sono d’accordo con rosaselvaggia sul finale, mi aspettavo una sorpresa e forse ce ne sarà un’altra..
    Buona domenica

    • Il fatto che i sei personaggi abbiano lavorato per niente perché la trama “giunta” allo Scrittore verrà da lui utilizzata interrompendo la serie, non è già una sorpresa conclusiva?

      • marinaraccanelli – Marina Raccanelli, nata a Fiume, vive a Venezia fin dall’infanzia. Nel 2004, per la Oceano Edizioni, è uscita la sua prima raccolta di poesie dal titolo “Variazioni in blu”; nel 2005, Firenze Libri ha stampato “Vento di stelle fredde“. Si è classificata seconda nella seconda edizione del Concorso internazionale di poesia “Montagna viva”; è presente in diverse antologie , fra cui “Il segreto delle fragole – poetico diario 2005 e 2007” (Editrice LietoColle), “Navigando nelle Parole” vol.11 (edizioni Il Filo), alcune antologie ed E-book promosse dal sito Poetilandia, ed altre. Le sue poesie sono pubblicate in alcuni siti e blog; il suo blog personale si chiama “Poesie e altro” Nell’ottobre 2008 è uscito il suo e-book “Luci di confine” presso Feaci Edizioni. In collaborazione con Piero Orsoni e ispirata dalla sua creatività in campo fotografico, ha stampato nel 2009 “Immaginario”, un libro di immagini, appunto: fatte di luci, di colori e di parole.
        marinaraccanelli il scrive:

        Infatti , è una sorpesa, in questo tu sei maestro! Non volevo dire che manca la sorpresa, ma Rosaselvaggia fa un’ipotesi di ulteriore successiva sorpesa. Se tu la escludi, so che vi saranno altre storie, altre sorpese!

  6. marinaraccanelli – Marina Raccanelli, nata a Fiume, vive a Venezia fin dall’infanzia. Nel 2004, per la Oceano Edizioni, è uscita la sua prima raccolta di poesie dal titolo “Variazioni in blu”; nel 2005, Firenze Libri ha stampato “Vento di stelle fredde“. Si è classificata seconda nella seconda edizione del Concorso internazionale di poesia “Montagna viva”; è presente in diverse antologie , fra cui “Il segreto delle fragole – poetico diario 2005 e 2007” (Editrice LietoColle), “Navigando nelle Parole” vol.11 (edizioni Il Filo), alcune antologie ed E-book promosse dal sito Poetilandia, ed altre. Le sue poesie sono pubblicate in alcuni siti e blog; il suo blog personale si chiama “Poesie e altro” Nell’ottobre 2008 è uscito il suo e-book “Luci di confine” presso Feaci Edizioni. In collaborazione con Piero Orsoni e ispirata dalla sua creatività in campo fotografico, ha stampato nel 2009 “Immaginario”, un libro di immagini, appunto: fatte di luci, di colori e di parole.
    marinaraccanelli il scrive:

    Una bella abitudine, il giallo a puntate

  7. Bel pezzo…insomma questo dispositivo dovrebbe controllare il sonno e potersi inserire nelle trame dello Scrittore…ma gli inserimenti potrebbero avere esiti diversi da quelli programmati!!!
    Infatti si può buttare un sasso nell’acqua per creare un’onda ma non è controllabile l’effetto di questa negli animaletti che sono nell’acqua…
    Certo però che se serve a difendere i gatti è una idea di grossa utilità…
    Un finale non deludente…trattasi comunque di un non finale visto che lascia ancora la possibilità di ulteriori seguiti non definiti…uhm…interessante!

Lasciami un tuo pensiero Annulla risposta