Un’ottima recensione

recensione«Buongiorno, mi scusi se la disturbo, ma lei è stato così gentile, mi ha lasciato anche il suo numero di cellulare… mi è sembrato carino ringraziarla di persona. È una bellissima recensione, sono proprio contenta. Glielo devo proprio dire: mi sono persino commossa.»
«Oh sì, buongiorno… mi fa davvero piacere sia stata di suo gradimento.»
«Sì, perché al di là delle belle parole di cui ha voluto onorarmi, lei ha proprio compreso appieno anche quello che ho voluto esprimere con il mio lavoro e non è da tutti, mi creda… Lei è un critico?»
«Un critico? No no, certo che no… ma di cosa si trattava? Di un film? Di un lavoro teatrale?»
«Come? Non capisco… ma parlo del mio romanzo appena uscito che lei ha recensito poco fa!»
«Romanzo? Ah ecco, appunto! Il suo romanzo, sì certo, che altro?… Pensi che le costerà solo 150 euro…»
«Come dice?»
«È davvero poco, vero? È che siamo in un periodo che l’agenzia considera ancora festivo ed è un promo per l’anno entrante…»
«Mi sta dicendo che è una recensione a pagamento?»
«Certo, cosa credeva? È un modo per farci conoscere al grande pubblico!»
«Ma io non le ho chiesto nulla! Almeno le è piaciuto il libro?»
«Il libro? E chi ha il tempo di leggerlo? Si leggiucchia una riga qua e là, roba di cinque minuti e poi il resto è tutto mestiere; del resto sono parole sue: ‘una bellissima recensione di cui ho compreso appieno l’intima idea del romanzo’. Cosa vuole di più?»
«Non ci posso credere…»
«Ci creda ci creda, una recensione entusiastica che rimbalzerà su tutti i più importanti social e siti web di influencer blogger di libri e questo per settimane; il tutto alla cifra contenuta di 150 euro, non è un affare?»
«Non ho intenzione di spendere alcunché per un servizio che non ho richiesto!»
«Però sarebbe spiacevole, dopo una recensione positiva, averne subito dopo una di segno contrario che la stronca senza mezzi termini; non trova? Le “stelline” di Amazon, Ibs e compagnia cantando non perdonano, soprattutto con gli esordienti come lei…»
«Questo è un ricatto!»
«No, mi permetta… è marketing…»
«…»
«Suvvia, non sia così ingenua… la voglio aiutare… allo stesso prezzo di 150 euro le faccio, gratis, un’altra recensione stra-positiva per un suo parente o amico… lei mi è simpatica e ho sempre voluto aiutare i giovani…»
«In effetti c’è una mia cugina che ha aperto da poco un ristorante qui sulle colline di Lughi, una buona recensione di questi tempi sarebbe molto importante per lei…»
«Vede che le sono utile? Di che ristorante si tratta?»
«Di cucina etnica, meglio sarebbe definire di tipo fusion… è possibile infatti trovare piatti e bevande di tutti i paesi che si affacciano sul Mediterraneo: dalla Francia alla Tunisia, dalla Croazia al Libano…»
«Interessante, bella idea, bene… fatto!»
«Cosa fatto
«Le ho appena inviato la recensione…»
«…»
«Le piace?»
«Non ha capito niente! Leggo qui da quello che lei ha scritto che mia cugina fa pizze e focaccette… mentre il ristorante è sì di cucina rivisitata ma di alto livello…»
«Senta, l’aggiusti pure lei la recensione e poi me la rimanda… ora, mi scusi, ma devo proprio andare… devo buttare giù una recensione per un nuovo modello di elicottero (o si tratta di un biplano? Vabbè, comunque è pur sempre roba che vola…).»
«…»
«Le ho appena inviato il mio IBAN… è stato un piacere…»

34 pensieri su “Un’ottima recensione

  1. Secondo me se le case editrici pagassero per le promozioni, con giusti compensi studiati per una vera campagna di marketing, non ci sarebbe questo mercato “nero”. Troppi vogliono fare i recensori per lavoro, quando a tutti gli effetti non lo è.

  2. Beh, che dire, per una persona come me che non ho istruzioni ne classici ne scientifici e scrivo anche fin troppo male, questo tuo racconto mi ha aperto l’altro occhio.
    Cercherò di fare attenzione alle recensioni fake 😂 (che minimamente pensavo che esistessero).

    Complimenti 👏🏻

  3. vincenza63 – Writer e blogger per passione, 57 anni, vivo in provincia di Milano. Nella vita traduco testi tecnici e scrivo. Sono un'appassionata di musica, letteratura, amici, allegria, meditazione e riflessione.
    vincenza63 il scrive:

    Un pensiero gratis 😀
    Briciola, il mio è riso amaro perché credo che il tuo racconto sia pressoché un report MOLTO realistico.
    Buona serata e buona domenica!
    Vicky

  4. Emma Saponaro – «La lettura rende un uomo completo, la conversazione lo rende agile di spirito e la scrittura lo rende esatto.» (Francis Bacon)
    Emma Saponaro il scrive:

    Mi hai fatto sorridere e soprattutto sobbalzare con la storia delle stelline e del ricatto. Diciamo che a me e altre persone è capitato e tutte conosciamo una persona la cui mano pruriginosa potrebbe essersi scatenata.
    Ciao, Briciola!

  5. Insomma trattasi di “bontà pelosa” …in effetti la frase esatta è carità pelosa e sta a significare bontà che viene ripagata a buon prezzo…eheheh…
    BEL PEZZO…ciao!

  6. Giuseppe Grifeo – Roma – Giornalista professionista dal 2001. Prima ancora, pubblicista dal 1995. Copywriter, Editor/Curatore editoriale, direttore di Canapa Oggi, giornalista per FreshPlaza e altre testate, direttore di "Di Roma". Nel 2020, anno del Covid-19, ho totalizzato 29 anni di esperienza fra cronaca e tante specializzazioni. Appassionato di Egittologia. L'ultimo settore giornalistico che mi dà grandi soddisfazioni con tante novità (bioedilizia, medicina, biotecnologia, nutraceutica...) riguarda la Filiera della Canapa industriale regolamentata in Italia dalla legge 242/2016. Da qui la mia cura diretta dell'informazione su Canapa Oggi www.canapaoggi.it Copywriter, redazione di articoli che valorizzano realtà aziendali di ogni tipo, le loro caratteristiche, i loro punti di forza. Revisiono volumi, collaboro con gli autori per la migliore stesura e correttezza pre-pubblicazione, do idee per libri tecnici e di approfondimento. Curo da 13 anni articoli sull'enogastronomia, l'agroalimentare, il turismo, la scoperta di realtà agricole e tipicità sia italiane che nel mondo. Negli anni ho portato avanti approfondimenti e indagini che vanno dalla medicina all'astronomia, dalla cronaca all'economia, senza escludere l'arte. Ho coordinato redazioni, diretto testate giornalistiche, l'ultima è Di Roma - www.di-roma.com (nata nel 2012, in fase di riedizione). Ho collaborato per 14 anni e mezzo col quotidiano romano Il Tempo, dagli esteri alla cronaca romana: tante aperture di giornale e di sezioni, le inchieste, a cominciare da quelle sul degrado cittadino in ogni sfaccettatura. Nel 2016 l'inizio per l'edizione internazionale Fresh Plaza - www.freshplaza.it editore olandese, piattaforme anche in tedesco, inglese, spagnolo, cinese (di grande successo da anni): ho il compito di scovare in Italia tutte le produzioni più particolari, innovative e curiose di sapori nostrani, tra agricoltura e trasformazione: ne potete leggere di veramente gustose
    Giuseppe Grifeo il scrive:

    Nonostante lasci un senso di amarezza in fondo, devo sottolineare che ho riso… e non poco. Anche perché conoscendo cosa e chi gira nel mondo “recensioni-marketing & affini” (l’ho notato anche nei miei 15 anni di lavoro per un quotidiano nazionale), questo pezzo ha rievocato in me tanti ricordi. Ottimo racconto nello stile e nell’idea

  7. Emma Saponaro – «La lettura rende un uomo completo, la conversazione lo rende agile di spirito e la scrittura lo rende esatto.» (Francis Bacon)
    Emma Saponaro il scrive:

    Non so se ridere o piangere. Intanto un applauso meritato 👏🏽👏🏽👏🏽

  8. Recensioni pronte all’uso dietro il versamento di qualche centinaia di euro. Marketing? No, estorsione a penna armata.
    Al di là delle facili battute, è assai prossimo al vero.

  9. Raffa – Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.
    Raffa il scrive:

    Bellissimo, e non così lontano dalla realtà, purtroppo.

  10. Bellissimo articolo, complimenti! Purtroppo è così che vanno le cose….

  11. Birbo Bicirossa – Ciao, voglio avvisarti che proseguendo troverai due blog di pessima satira e dubbio umorismo. Un consiglio, non seguirmi credendo che contraccambierò, perché di solito non lo faccio. 😁🤪😉
    Birbo Bicirossa il scrive:

    Ma sono solo 20 centesimi, e in cambio scriverò “eccellente” con tre “C” e pure quattro ‘L”.

  12. Birbo Bicirossa – Ciao, voglio avvisarti che proseguendo troverai due blog di pessima satira e dubbio umorismo. Un consiglio, non seguirmi credendo che contraccambierò, perché di solito non lo faccio. 😁🤪😉
    Birbo Bicirossa il scrive:

    Eccellente, come sempre, e, a proposito, non è che potresti riconsiderare l’entità del mio compenso, e dagli attuali 80 centesimi arrivare a un euro intero?

  13. Austin Dove – Mi chiamo Antonio, sono un appassionato di cinema. Pur avendo studiato materie legate all'ambiente, la mia passione è l'arte e quindi qui provo a condividere ciò che apprezzo e le mie riflessioni! Ciao!^^
    Austin Dove il scrive:

    Dissacrante
    ma in effetti secondo me non così falso, sennò non si spiegano molte recensioni entusiastiche di libri BRUTTI, molte volte tutte fatte con lo stampino

  14. Nonna Pitilla – Beh io sono una "donna, mamma, nonna", in pensione ormai da un po' di anni che ha amato e ama scrivere poesie e favole e cucinare e occuparsi di pittura o meglio di arte in generale. faccio molto volentieri la nonna di una bellissima bimba di 4 anni che è la mia vita, ma non ho abbandonato le mie passioni che volentieri condividerei con voi se volete. Il mio nome è Matilde, ma mia nipote mi chiama così nonna Pitilla... La Pitilla è un tipico pane salentino (lei non poteve saperlo), ma devo dire che mi rappresenta - anche se sono nata e ora vivo a Parma- amo la cucina in tutte le sue forme!
    Nonna Pitilla il scrive:

    devo dire che sapevo di questo vezzo e non leggo mai le recensioni !!!

  15. Non Solo Campagna - Il blog di Elena – Elena Andreotti. Racconto la mia seconda vita in campagna e non solo. Amo fotografare e in particolare amo la macrofotografia. Sono presente su Amazon come autore: https://www.amazon.com/Elena-Andreotti/e/B07PMRP5LY
    Non Solo Campagna - Il blog di Elena il scrive:

    Triste realtà. A me hanno scritto mandando il PayPal, senza neanche sapere se accettavo. Non parliamo dell’offerta di “veri” followers.

  16. Bene! Ha fatto luce su un fenomeno dannoso ormai sdoganato da tanti ma non conosciuto da tutti. Ti cercano per farti comprare pacchetti di migliaia di follower finti su Facebook o qualunque altro social come fosse normale! Ma tutto sommato non è solo un altro volto della tossicità della pubblicità? Quella cosa simpatica per cui se io ho i soldi mi permetto di elogiare la bontà del mio prodotto e di me stesso? Alla faccia dell’oggettivita ed imparzialità! Un mare di balle la cui forza è verso della corrente è determinata dai soldi spess
    o sottratti proprio alle tanto decantate qualità del prodotto. Viviamo immersi in questo mare di inganno. Bene che qualche volta persone come lei tirino fuori la testa per respirare.

Lasciami un tuo pensiero Annulla risposta