Sussurro di foglie

Un sussurro di foglie in questo primo respiro d’autunno; un’increspatura bianca nel cielo affoga in un mare di nuvole scure. Il prato è oramai sgombro di farfalle e l’acqua luminosa sospesa nell’erba è in attesa del freddo e del vento.
Riconosco un brivido languido sulla tua pelle, che profuma ancora di sole e di frutta matura. E mi guardi indifesa con il desiderio di un abbraccio sincero come se la pioggia che s’approssima dovesse cancellare tutte le tue certezze.
Ma io sono qui, tra i tuoi ricordi, nel tuo domani, nel tuo essere donna.

24 pensieri su “Sussurro di foglie

  1. E allora dopo missblog, misterblog organizzeremo pure misscaprettablog…
    La mia capretta preferita, la prima ad essere domestica come un cagnolino, si chiama Briciola, per via di una macchia bianca molto piccola sul muso.

  2. Le tue parole mi sono giunte dritte al cuore!
    Per il pesce, mica lo sapevo sai che era la specie chiamata pagliaccio! E’ stato un caso “carino”, che mi ha fatto sorridere! 🙂

  3. se mi darà soddisfazioni come sta accadendo finora, il duro allenamento non mi spaventa… poi iniziare proprio in questa stagione mi sembra di buon auspicio, quando si hanno davanti agli occhi immagini come quella che descrivi poi è una gioia per il cuore…

  4. forse ogni tanto farebbe bene sentirsi dire queste cose.
    ma non troppo spesso.
    ps: niente assaggiatori ufficiosi, alla serata delle malmaridà. il maschio in quanto tale viene bandito ;))
    puoi sempre invitarci a cena in una qualsiasi altra serata dell’anno.

Lasciami un tuo pensiero Annulla risposta