Più vuoto del vuoto

Oggi mi sento vuoto. Come una bottiglia appena scolata, come una zucca secca, come una casa svaligiata…»
«Guarda che ho capito il concetto, Bastiano.»
«Sì, scusa. Mi stavo solo sfogando.»
«Ma non potrebbe essere lo stress o piuttosto questo primo fastidioso caldo?» gli feci io allungandogli un braccio sulla spalla.
Bastiano si era fermato a guardare un punto oltre la piazza. Pareva assente, un po’ sospeso tra i suoi pensieri e la calura del pomeriggio.
«O forse più semplicemente è la vita che non ha più niente da dirmi» rispose lui tutto d’un fiato, tirando su con il naso. «Non potrebbe darsi invece che la clessidra avesse un buco e che la sabbia, anziché finire tutta sul fondo dell’ampolla, sia caduta silenziosamente a terra? Magari il film è semplicemente finito e si sono dimenticati di accendere la luce in sala.»
Non riuscivo a capire se Bastiano stava prendendomi in giro o se parlava sul serio. Certo il tono della sua voce era molto triste e, contrariamente al suo solito, evitava di guardarmi. Poi all’improvviso si alzò dalla sedia, che scostò in modo rumoroso.
«È meglio che me ne vada. Oggi sono proprio una pessima compagnia.»
E prima ancora che potessi convincerlo del contrario, lo vidi allontanarsi da me quasi curvo, sotto un peso che si sarebbe detto insopportabile.

11 pensieri su “Più vuoto del vuoto

  1. Accidenti sono duemesi almeno che non lascio un commento da te..mi spiace, mi spiace coltivare così poco una persona interessante come te!

    A presto e buone ferie!

  2. A me fa venire in mente il clip di La vita non è un film degli Articolo 31, una delle più belle canzoni italiane di questi ultimi anni insieme ad Hanno ucciso l’uomo ragno degli 883. Ricordo il video, in un meraviglioso biancoenero con preziosi inserti di film muti. Stupendo. Ed alla fine, c’è proprio l’amico che si alza e se ne va ripetendo il titolo della canzone.

  3. “il mio amico Bastiano è cotto, non l’ho mai beccato sotto o ciucco è così corretto che ogno tanto io lo invio a cagare, ma…bene o male…tra il rosario e il valium io lo so cos’ha di cui non mi dirà….”

Lasciami un tuo pensiero