Lottare Uniti

«‘LOTTAREEEE’… leggete ‘LOTTARE UNITIIIII’!!!»
Il ragazzo, vestito da alternativo, stava strillando sulla piazzetta di Lughi con una risma di giornali sotto il braccio.
«Leggete ‘Lottare’, organo del partito marxista-leninista!»
Per un po’ il giovane vagabondò a zig zag sulla piazzetta: nessuno si fermava per comprare. Poi, visto che io me ne stavo immobile, in piedi, in atteggiamento di attesa, si avvicinò deciso.
«Ne vuole una copia?»
«No, grazie» feci io abbozzando un sorriso. Poi aggiunsi: «certo che dovreste essere protetti dal WWF!». Ma mi pentii subito di aver fatto quella battuta.
«In che senso?» fece lui alzandosi la visiera del berretto.
«Nel senso che sarebbe come se lei vendesse ‘Lo Scoglio di Quarto’ organo ufficiale del movimento garibaldino. Dovreste essere estinti da un bel pezzo!»
Lui, a quel punto, si piazzò davanti a me divaricando le gambe. Assunse subito un’aria spavalda, squadrandomi ben bene.
«Eh già perché il signore fa il benestante e quindi dei problemi dei proletari non gliene frega un cazzo di niente, vero?»
«Non volevo dire questo… e comunque non è questo il motivo per cui non voglio il suo giornale.»
«Eh già! Perché sono sicuro che lei c’ha ‘na bella macchina, una casa arredata lussuriosamente e magari pure una bella moglie.»
«Sì non mi lamento, anche se è solo la casa ad essere lussuriosa…»
«Le sembra bello vivere alle spalle delle legittime istanze dei lavoratori?»
«Guardi, io quello che guadagno me lo sono sudato con anni e anni di studio prima e di lavoro poi, e, a bene vedere, mi bastano già le mie di istanze che vanno a vuoto. Ma le ripeto, non è per questo che non compro il suo giornale.»
«E per quale motivo non lo vuole? Sentiamo! Ha forse solo pezzi da cinquecento euro e pensa che io non abbia da cambiare o ha solo carte di credito?»mi sogghignò lui sapendo di aver fatto della ironia.
«No. E’ piuttosto per il fatto che lei ha sbagliato risma di giornali. Sta vendendo quelli della settimana scorsa.»

14 pensieri su “Lottare Uniti

Lasciami un tuo pensiero Annulla risposta