La telecamera digitale

 

“L’ho trovavataaaaaaaaaaaaaaaa!”
“Pronto ma chi è?”
“Ti dico che l’ho trovataaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!”
“Sei tu Browser? Ma hai trovato chi?”
“Tippyyyyyyyyyyyyyyyy!” sembrava impazzito il mio amico “POI TI RACCONTO, POI TI RACCONTO!!!!! (scusa adesso non posso stare al telefono).” E riattaccò.
Poi feci mente locale. E mi ricordai che Tippy era l’ultima avventura galante che Browser, chattando sul Web, aveva casualmente vissuto. Non ho mai capito se si fosse innamorato di questa ragazza carioca per il fatto che se ne stesse a seno nudo davanti alla webcam (e il seno, Browser, l0 aveva definito ‘imperiale’, tanto da ‘poterci appendere un asciugamani’) o se era per il fatto che lei gli avesse detto che era un bell’uomo (sic) e che gli piaceva così, selvatico com’era.
Un inopportuno black-out aveva poi fatto saltare il collegamento creando per il mio amico problemi apparentemente insormontabili per il rintraccio della mulatta. Ed ora, a quanto pare, la ricerca era finalmente finita.
Passarono però alcuni giorni da quella telefonata senza che Browser si facesse sentire. Lo chiamai allora io.
“Allora, tutto bene, con la tua Tippy?”
“Chi?!?” fece lui evasivo e tiepido “…ah sì, Tippy, sì, sì, bene… Ma hai visto, piuttosto, l’ultima telecamera digitale Network della Sony, che schianto?”
“Ma lascia perdere la telecamera, raccontami di questa ragazza, non vedevi l’ora di rintracciarla, no?”
“Eh beh… certo, per essere carina è carina…”
“Ma se ci andavi pazzo…” insomma il mio amico era sfuggente per cui qualcosa non doveva essere andato per il verso giusto. “Ma non ti fila più?!?” insistetti.
“No, non dico questo, anzi ieri alla webcam lei mi ammiccava e sorrideva…”
“Ah, bene, allora…”
“No, è che dalla webcam si vede che c’è uno con lei…”
“Va bene, ma magari è il fratello o il padre… hai visto se per caso le assomiglia?”
“Veramente la webcam è situata sul PC per cui non lo si vede in faccia.”
“Ma non hai chiesto direttamente a lei chi è quest’uomo?”
“Sì, e lei mi ha risposto che è un amico…”
“Visto? Non devi preoccuparti…”
“No, è che non ne sono affatto convinto.”
“E perché?”
“Perché gira per la stanza completamente nudo…”
“Nudo?”
“Già, con il proboscidone di fuori non so se mi capisci…”
“Non faccio fatica a capire, Browser…”
“E poi, anche se quello fosse davvero un suo amico, ho capito che non posso competere nemmeno un po’… non so se mi spiego…”
“Ti spieghi benissimo… ma non potresti trovarti qualcuno in Italia o anche solo in Europa?”
“Forse hai ragione… è che mi piaceva questa Tippy…”
“Lo capisco, però, senti, anche l’ultima telecamera digitale Network della Sony non è niente male vero?”
“Sìììììì! Hai visto che roba!!! 2 milioni di pixel! Tecnologia HAD avanzata, flash a comparsa intelligente, hologram AF, connessione internet…”

14 pensieri su “La telecamera digitale

  1. mi fa piacere che il tuo amico abbai ritrovato Tippy(avevo seguito la vicenda) anche se non era esattamente sola. Però credo debba seguire il tuo consiglio. Qualcuno di più vicino. E magari meno socievole 😉

  2. le tue parole sono lo specchio della nostra vita; chi non ci si ritrova di tanto in tanto? Anche se da fastidio, fa parte delle nostre palle,credo che lo dobbiamo accettare, per capire quanto invece è importante far crescere l’amore dentro di noi e nei nostri rapporti. Manteniamo comunque sempre cosciente il fatto che prima o poi si affaccerà sempre nella nostra vita. Non scoreggiare mai, ma sorridi alla tua vita e a chi incontri. Se il tuo sorriso ed il tuo amore non sarà apprezzato, non scoreggiare, mai; prendi invece coscienza della sua autenticità:-) con simpatia, claudio:-)

  3. caro briciola puoi consolare il tuo amico browser per quanto riguarda le misure del…..c’e’ di peggio!
    Io da quando ho superato i 50 sono diventato come una bambola…non ho piu’ niente ed i miei colleghi sotto la doccia (alle partitelle) mi sfottono con questa storiella e giu’ risate a crepapelle.
    ciao a presto grazie per le visite.

Lasciami un tuo pensiero